Via da Empoli il Giudice di Pace. Il rischio denunciato da Torrigiani è diventato realtà. Stampa
Mercoledì 12 Marzo 2014 13:55

Via da Empoli il Giudice di Pace.

Il rischio denunciato da Torrigiani è diventato realtà.

“L’avevamo denunciato durante la campagna elettorale per le Primaie del PD: era serio il rischio che Empoli dovesse fare a meno del Giudice di Pace dopo aver perso anche il Tribunale”, ha affermato Filippo Torrigiani.

Oggi è ufficiale, come riportato in altra notizia da Gonews “Sono state dunque accolte quasi integralmente le 297 istanze formulate dagli enti locali che si impegnano a mantenere a loro cura e spese gli uffici giudiziari di prossimità nei loro territori. Tra queste, però, non c’è appunto Empoli”.
E così anche per contestare una semplice contravvenzione occorrerà recarsi a Firenze, magari perdendo una giornata di lavoro.

“Quanto ai risparmi per le casse pubbliche – prosegue Torrigiani – siamo al paradosso che mentre per la contestazione di una contravvenzione i nostri vigili urbani impiegavano poco più di un’ora del loro lavoro per presentarsi dal Giudice di Pace, d’ora in avanti dovranno andare a Firenze, in coppia”.

Col risultato che avremo meno vigili sulle strade e più costi per cittadini e pubblica amministrazione locale.
Empoli corre il rischio di diventare “una periferia”.

C.S. n. 43
Empoli, 13.3.2014

Ufficio Stampa
Comitato elettorale di sostengo di
Filippo Torrigiani - Candidato Sindaco alle Primarie del PD
Sede: Via Spartaco Lavagnini, 52 - EMPOLI