Mercoledì 29 Agosto 2018 11:29

ll prossimo 3 settembre alle ore 21, presso la Casa del popolo di Corniola si terrà l’evento Spi Cgil Legalità e Sicurezza. L'incontro avverrà nell'ambito della Festa per tutte le Età. Presiederà l’incontro il segretario Spi Cgil Empoli, Silvano Pini. Interverranno il sindaco di Empoli Brenda Barnini, Filippo Torrigiani della Commissione Antimafia, Don Anderea Bigalli, di Libera Toscana. Conclusioni affidate a Daniele Stolzi, Segretario Generale Spi Cgil Firenze.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2018/08/28/festa-tutte-le-eta-3-settembre-dibattito-legalita-sicurezza/

 
Martedì 21 Agosto 2018 06:54

 

-

In base ai dati forniti dagli ultimi studi circa l’inquinamento prodotto dai rifiuti di materiale plastico di mari ed oceani, secondo cui ogni anno otto milioni di tonnellate di plastica sostano indisturbati nei fondali degli oceani; gli oceani infatti contengono oltre 165 milioni di tonnellate di plastica.

 

Dal 1964 a oggi, ad esempio, la produzione di plastica nel mondo è aumentata di ben venti volte, ed entro il 2050, se non vi sarà un’inversione di tendenza, quadruplicherà, con evidenti ed ulteriori danni per gli ecosistemi marini e naturali.

Secondo quanto rilevato dal report di “Goletta verde” (Legambiente) la nostra Penisola ha dei punti inquinati ogni 54 chilometri di costa e su 265 campioni di acqua analizzati, ben il 52% contiene un elevato tasso di batteri e che l’88% di queste aree risulta essere in corrispondenza di foci dei fiumi, fossi, canali o scarichi presenti lungo la costa. Nel merito, purtroppo, tutte le Regioni costiere hanno inoltre almeno una zona particolarmente inquinata, ma in alcune la situazione è significativamente rilevante: almeno cinque punti campionati, risultano inquinati ormai da anni (Marche, Liguria, Lazio, Campania e Calabria)

Si rende urgente ed irreversibile, quindi, un cambio di rotta circa l’utilizzo di materie plastiche, anche attraverso una marcata contrazione dell’uso dei blasonati  prodotti usa e getta. Ecco quindi che siamo di fronte ad un bivio: o si cambia o si muore. Una priorità dell’agenda politica da non procrastinare e che può certamente muovere passi importanti per mezzo di scelte di sostenibilità ambientale, ovvero per mezzo di investimenti indirizzati all’attuazione di criteri di premialità quali (sgravi fiscali, contributi, diminuzione della tassazione locale sui rifiuti ecc.) nei confronti delle attività commerciali come pure della grande distribuzione che investiranno nel dispaccio e nella vendita vendita di prodotti di largo consumo (prodotti per la cura della persona, bibite, acque ecc.) mediante “mescita in loco” degli stessi, con l’obiettivo finale di diminuire in maniera sensibile l’uso di materiale plastico.

 

Ravviso la necessità di perseguire questo obiettivo portandolo all’attenzione della politica del territorio in tempi brevissimi.

 

 

Filippo Torrigiani

 
Domenica 01 Ottobre 2017 22:48

PENSIAMO ALL’AMBIENTE, NON C’E’ PIU’ TEMPO

Da quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica “Climate Change”, le emissioni delle novanta aziende globali più importanti per la produzione di combustibili fossili sono responsabili di quasi il 50% dell'incremento della temperatura, del 57% dell'aumento di CO2 nell'atmosfera e del 30% dell'innalzamento del livello del mare dal 1880 a oggi. 
I continui dissesti idrogeologi a cui purtroppo assistiamo, ad esempio – se mai ve ne fosse bisogno – rappresentano il collasso di uno sfruttamento delle risorse oramai non più sostenibile. E’ un fatto: Occorre stimolare gli investimenti nelle energie rinnovabili. Ma occorre un cambio radicale di mentalità, un cambio culturale: c’è bisogno di grande determinazione ed altrettanta volontà. Servono politiche coraggiose che guardino al futuro dei nostri figli. Nel solco di questo improcrastinabile ragionamento si inserisce la vera sfida per i Comuni in tema di rispetto ambientale, ovvero promuovere sempre di più acquisti verdi da parte della Pubblica Amministrazione, e al contempo favorire l’eco-efficienza dei processi produttivi e di consumo, unitamente ad una caparbia responsabilità ambientale.

A questo proposito e con la finalità ultima di incoraggiare politiche di rispetto dell’Ambiente, attraverso un percorso virtuoso, ritengo di proporre la realizzazione di uno “studio di fattibilità” mediante un bando pubblico, per la realizzazione di impianti fotovoltaici laddove non presenti, ovvero i più, presso tutte le strutture pubbliche del nostro Comune.

D’altro canto se, un centomillesimo degli abitanti della Terra può portare il suo contributo all’abbattimento dei gas serra che costituiscono la principale causa dei mutamenti climatici, dobbiamo assolutamente impegnarci in questa direzione. Con la riconversione energetica degli edifici, a cominciare da quelli pubblici, si avvierebbe un importante processo di contenimento della produzione di anidride carbonica. In questa ottica, certamente, serve agire. Non c’è più tempo.

 
Mercoledì 13 Settembre 2017 19:48

Filippo Torrigiani Consigliere PD, urgente aiutare le imprese sane: investire bene in Agricoltura significa anche salvaguardare il territorio da dissesti ambientali ed ingerenze malavitose.

Se da un lato l’ultimo rapporto fornitoci da Eurispes e Coldiretti circa la presenza delle infiltrazioni malavitose nel comparto agricolo ed agroalimentare, a livello nazionale, ci consegna certamente una quadro d’insieme preoccupante, i dissesti idrogeologici a cui assistiamo con sempre più insistenza, debbono essere per tutti noi un monito chiaro che significa occuparsi con maggiore impegno nella tutela del territorio. Ciò ci impone, senza dubbio alcuno, di aiutare in ogni modo possibile gli sforzi ed il lavoro delle Imprese sane che investono in questo comparto << così Filippo Torrigiani, Consigliere PD all’Unione dei Comuni dell’Empolese - Valdelsa e Consulente dell’Antimafia >>.

Posto che tra le 106 province italiane prese in esame – continua Torrigiani - la nostra Regione nel suo complesso si colloca su livelli medio bassi, ovvero sotto la media nazionale, occorre tuttavia osservare che come accertato da varie indagini, la Toscana è terra appetibile da un punto di vista di molteplici interessi dei Clan, da sempre ben predisposti ad investire ingenti somme di denaro nelle pratiche di riciclaggio. E’ sufficiente pensare ai “valori” dei terreni su cui svolgono le attività agricole e produttive: si passa dai 120mila euro ad ettaro per un vigneto nel chianti classico, ai 350mila euro ad ettaro per un vivaio pistoiese, fino a giungere ai 400mila euro ad ettaro di Brunello di Montalcino.

 

Investimenti certi e specchiati, attraverso i quali si garantiscono di conseguenza buona occupazione, manutenzioni al patrimonio rurale, arboreo ed agricolo, rappresentano certamente il modo migliore per tutelare i territori da dissesti di carattere naturale e di contrastare, in modo concreto, l’avanzare subdolo degli interessi malavitosi in Agricoltura – conclude Filippo Torrigiani –.

www.filippotorrigiani.it


 
Giovedì 04 Gennaio 2018 21:04

Attraverso questo link

http://www.cnca.it/images/stories/ufficio-stampa/Dossier_Gioco_sporco_sporco_gioco_DEF.pdf

è possibile scaricare gratuitamente il Dossier su MAFIE E AZZARDO

"GIOCO SPORCO, SPORCO GIOCO"

 

 
Sabato 23 Settembre 2017 12:33

FILIPPO TORRIGIANI RICEVUTO IN UDIENZA DA PAPA FRANCESCO

Questa mattina nella Sala Clementina presso la Santa Sede, in occasione dell'anniversario dell'assassinio del giudice Rosario Livatino, emblema di impegno morale e civile, la Commissione Parlamentare Antimafia guidata dalla Presidente On. Rosy Bindi, è stata ricevuta in udienza speciale da Papa Francesco. Si tratta peraltro della prima volta che la Commissione, che indaga da oltre 50 anni sulle mafie italiane e straniere, ha un incontro ufficiale con il Papa presso il Vaticano.

Oltre ai parlamentari, tra cui anche il Sen. Stefano Vaccari (coordinatore del X Comitato che si occupa delle tematiche dell’azzardo in Antimafia) erano presenti i funzionari e i collaboratori - magistrati, rappresentanti delle forze dell'ordine, esperti - di cui si avvale la Commissione antimafia nella sua attività d'inchiesta, tra cui il Consigliere comunale Empolese Torrigiani.

<< è stato un momento davvero toccante poter incontrare Papa Francesco e aver avuto l’onore di poterlo salutare personalmente >> ha dichiarato Filippo Torrigiani.

<< Tra i vari temi di cui ha parlato, nel contesto della lotta alle mafie e della lotta alla corruzione, il Santo Padre ha ricordato anche l’importanza del nostro impegno circa il contrasto all’illegalità presente nel mondo del gioco d’azzardo, tema a me particolarmente caro e sul quale, come Commissione, siamo fortemente impegnati >> ha concluso il Consigliere.


21.09.2017

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 13

SEO Bredbånd Udvikling Internet