Giovedì 04 Gennaio 2018 21:04

Attraverso questo link

http://www.cnca.it/images/stories/ufficio-stampa/Dossier_Gioco_sporco_sporco_gioco_DEF.pdf

è possibile scaricare gratuitamente il Dossier su MAFIE E AZZARDO

"GIOCO SPORCO, SPORCO GIOCO"

 

 
Giovedì 04 Gennaio 2018 21:00
 
Giovedì 04 Gennaio 2018 20:52

NELLA LEGGE DI BILANCIO DELLO STATO - SOSTENGO A RAGIONE - avevo proposto QUANTO SOTTO...E DI DESTINARE GLI INTROITI ALLE PENSIONI E AGLI ULTIMI!!!

(PER OGNI "GRATTA E VINCI" VENDUTO L'ESERCENTE HA UN AGGIO DELL' 8%...IN ITALIA SE NE VENDONO CIRCA 3600 AL MINUTO 24H SU 24)

NIENTE, NIENTE DI NIENTE.

Tra le tante cose, anche questo è stato il mio impegno politico, purtroppo disatteso...

www.filippotorrigiani.it

PREMESSA
- per quanto riguarda le NewSlot il 10,2% va alla filiera, l’aggio per l’esercente oscilla tra il 4,50 e il 7%, dipende dall’accordo che l’esercente raggiunge col noleggiatore (mediamente circa il 5,70%)

- per quanto riguarda i Gratta e Vinci (lotterie istantanee) la vendita dei biglietti è riservata ai punti vendita autorizzati, di cui possono far parte le ricevitorie del lotto, i tabaccai, le aree di servizio autostradali, i bar, le edicole ed altre categorie (per conto di Lotterie nazionali SrL – Lottomatica a cui sono state prorogate le concessioni per altri 9 anni senza che fosse fatto un nuovo bando) l’aggio dell’esercente è dell 8% del prezzo di vendita di ogni biglietto; se si considera che in Italia ogni 60 secondi si vendono circa 3600 tagliandi 24 H, per un valore di 9 miliardi e 500 mila Euro registrato nel 2015 e di un valore pari a 8 miliardi e 980 mila Euro nel 2016 ,appare chiaro come il volume d'affari sia enorme. Al riguardo serve rammentare che, la categoria degli esercenti che opera la vendita, in questi anni, mai è stata oggetto di aumenti di tassazione sull’aggio;

PROPOSTA
A seguito di quanto sopra evidenziato, si propone di diminuire l’aggio netto dell’esercente dell’1%, ovvero farlo passare dall’attuale 8% al 7%, (destinando il maggiore gettito a cause di tipo sociale\solidale\pensionistico ecc.)

Filippo Torrigiani - web site
FILIPPOTORRIGIANI.IT
 
Domenica 01 Ottobre 2017 22:48

PENSIAMO ALL’AMBIENTE, NON C’E’ PIU’ TEMPO

Da quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica “Climate Change”, le emissioni delle novanta aziende globali più importanti per la produzione di combustibili fossili sono responsabili di quasi il 50% dell'incremento della temperatura, del 57% dell'aumento di CO2 nell'atmosfera e del 30% dell'innalzamento del livello del mare dal 1880 a oggi. 
I continui dissesti idrogeologi a cui purtroppo assistiamo, ad esempio – se mai ve ne fosse bisogno – rappresentano il collasso di uno sfruttamento delle risorse oramai non più sostenibile. E’ un fatto: Occorre stimolare gli investimenti nelle energie rinnovabili. Ma occorre un cambio radicale di mentalità, un cambio culturale: c’è bisogno di grande determinazione ed altrettanta volontà. Servono politiche coraggiose che guardino al futuro dei nostri figli. Nel solco di questo improcrastinabile ragionamento si inserisce la vera sfida per i Comuni in tema di rispetto ambientale, ovvero promuovere sempre di più acquisti verdi da parte della Pubblica Amministrazione, e al contempo favorire l’eco-efficienza dei processi produttivi e di consumo, unitamente ad una caparbia responsabilità ambientale.

A questo proposito e con la finalità ultima di incoraggiare politiche di rispetto dell’Ambiente, attraverso un percorso virtuoso, ritengo di proporre la realizzazione di uno “studio di fattibilità” mediante un bando pubblico, per la realizzazione di impianti fotovoltaici laddove non presenti, ovvero i più, presso tutte le strutture pubbliche del nostro Comune.

D’altro canto se, un centomillesimo degli abitanti della Terra può portare il suo contributo all’abbattimento dei gas serra che costituiscono la principale causa dei mutamenti climatici, dobbiamo assolutamente impegnarci in questa direzione. Con la riconversione energetica degli edifici, a cominciare da quelli pubblici, si avvierebbe un importante processo di contenimento della produzione di anidride carbonica. In questa ottica, certamente, serve agire. Non c’è più tempo.

 
Giovedì 04 Gennaio 2018 20:55

Queste le foto più belle del mio 2017.

L'auspicio? Semplice, si divide in due filoni: Meno disuguaglianze economiche e sociali, e basta "panchina".

Filippo Torrigiani

 
Giovedì 19 Ottobre 2017 19:50

Strada parallela alla Fi-Pi-Li, Torrigiani: "Sia intitolata alle vittime del Moby Prince"


"Appreso che, grazie all'impegno dell'AC di Empoli sono finalmente iniziati i lavori per la realizzazione della strada parallela alla FI PI LI, che nel merito consentirà un importante alleggerimento del traffico veicolare nel cuore della città, a tutto vantaggio delle attività artigianali e produttive de sistema imprenditoriale empolese, propongo che la Strada in questione sia intitolata alla memoria delle VITTIME DEL MOBY PRINCE. Una tragedia italiana, nel caso toscana, che grida ancora vendetta e soprattutto VERITA': 140 vittime innocenti, e ancora nessun colpevole" così il Consigliere Filippo Torrigiani. "Ritengo -prosegue Torrigiani -, si tratti di un atto di grande rispetto e responsabilità nei confronti delle vittime di questa immensa tragedia, una delle grandi "stragi" italiane che ancora non hanno alcun colpevole. Avverto, come sicuramente altri miei concittadini, il bisogno di una proposta che, auspico col cuore, venga condivisa dal Consiglio comunale di Empoli come pure dalla Giunta e che tracci, "moralmente ed idealmente" un percorso di strada che unisce Empoli e Livorno su di una questione così profonda" conclude Filippo Torrigiani Consigliere PD a Empoli e Consulente dell'Antimafia.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2017/10/18/strada-parallela-alla-fi-pi-li-torrigiani-sia-intitolata-alle-vittime-del-moby-prince/

www.filippotorrigiani.it

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 12

SEO Bredbånd Udvikling Internet